Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Fnaarc > IRPEF: Piccolo vademecum per non farsi cogliere impreparati
Redazione Fnaarc - Milano, 13 giugno 2017
Redazione Fnaarc

IRPEF: Piccolo vademecum per non farsi cogliere impreparati

Quello che è necessario sapere su questa aliquota. Chi la paga, quando, come viene calcolata e altro ancora

L’IRPEF è l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, di tipo diretta, personale, progressiva e generale. In Italia è in vigore dal 1974 ed ed è regolata dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi, contenuto nel DPR del 22 dicembre 1986 (n.917).

E’ un aliquota che i lavoratori autonomi noi devono pagare, ma solo in sede di dichiarazione dei redditi. Infatti, deve essere fatto attraverso il Modello Redditi 2017 (Unico) persone fisiche.  L’imposta va pagata se il suo importo è superiore a €51,65, e può essere versata:

  • con un unico versamento, entro il 30 novembre, se l’acconto è inferiore a €257,52,
  • in due rate se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro. La prima rata del 40% va versata entro il 30 giugno e la seconda rata pari al 60% entro il 30 novembre.

L’aliquota varia a seconda dello scaglione di appartenenza, ovvero:

I° scaglione: per i redditi fino a 15.000 euro si applica l’aliquota del 23%;

II° scaglione: per i redditi da 15.001 euro a 28.000 euro si applica l’aliquota del 28%;

III° scaglione: per i redditi da 28.001 euro a 55.000 euro si applica l’aliquota del 38%;

IV° scaglione: per i redditi da 55.001 euro a 75.000 euro si applica l’aliquota del 41%;

V° scaglione: per i redditi da 75.001 si applica l’aliquota del 43%.

Il suo calcolo viene determinato sulla base del reddito mensile,  lrientrano in questo reddito lo stipendio del periodo considerato al netto dei contributi INPS a carico del lavoratore, l’indennità di trasferta e la parte imponibile delle indennità e degli assegni vari esclusi quelli per il nucleo familiare:

– Si determina il reddito mensile: .

– si sottraggono dal reddito mensile gli oneri deducibili;

– si applica l’aliquota dello scaglione di appartenenza e si ottiene l’imposta lorda;

– si sottraggono le detrazioni fiscali previste dal Tuir.

Sono esonerati dal pagamento di questa imposta:

Reddito di sola pensione: sotto i 75 anni e fino a 7.500 euro; sopra i 75 anni e fino a 8.000 euro;

Reddito della sola unità immobiliare considerata come abitazione principale e delle relative pertinenze;

Redditi di terreni per un importo non superiore a 185,92 euro;

Redditi di soli fabbricati fino a 500 euro;

Redditi da lavoro dipendente fino a 8.000 euro;

Redditi da lavoro autonomo fino a 4.800 euro.