Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Fnaarc > Modello Iva Tr 2017: istruzioni su compensazioni e rimborsi
Redazione Fnaarc - Milano, 31 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Modello Iva Tr 2017: istruzioni su compensazioni e rimborsi

La scadenza è fissata per il 31 luglio. Nell'articolo le istruzioni e il modello da compilare

IVA stilizzato come logoInsieme alla rottamazione delle cartelle esattoriali, il 31 luglio anche la possibilità di richiedere il rimborso IVA relativo al primo trimestre del 2017. E’ necessario per le richieste di compensazione o rimborso Iva dei crediti maturati nel secondo trimestre 2017, ovvero nei mesi che vanno da aprile a giugno.

Se non lo avete ancora fatto, vi conviene affrettarvi per non perdere questa opportunità. Per richiederlo, è necessario compilare il Modello Iva Tr  (che puoi scaricarlo cliccando su questo link), e seguire le istruzioni che potete verificare cliccando qui aggiornate con le novità introdotte dal DL 50/2017.

Per chi ha presentato il modello Iva Tr entro il 7 luglio 2017, ha ottenuto la possibilità di utilizzare il credito Iva in compensazione già per il versamento delle imposte con scadenza il 17 luglio 2017.

Per le compensazioni orizzontali dei crediti Iva di importo superiore ai 5.000 euro sarà necessario apporre al modello Iva Tr 2017 il visto di conformità del professionista; si tratta della novità prevista dalla Manovra 2017 che ha cambiato le regole e le modalità di compensazione dei crediti Iva, con effetto già a decorrere dal mese di luglio 2017.

Ecco le principali novità del modello:

Come noto, l’art. 3 comma 2 del Decreto convertito nella legge n. 96 del 21 giugno 2017 introduce l’obbligo di apposizione del visto di conformità per le compensazioni orizzontali dei crediti Iva di importo superiore ai 5.000 euro.

Nel nuovo modello Iva Tr da utilizzare per compensazioni e rimborsi Iva del secondo trimestre 2017 alla sez. 2 viene introdotto il campo TD8 per l’inserimento del visto di conformità, da compilare con il codice fiscale di CAF o professionista e con la sottoscrizione dell’organo di controllo.

Nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate si legge inoltre che il credito indicato nel modello Iva Tr potrà essere usato in compensazione a partire dal decimo giorno successivo alla presentazione del modello; non più sedici giorni come previsto in precedenza.