Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Fnaarc > Saluto natalizio del Presidente Corsi
Edicola - Milano, 20 dicembre 2012
Edicola

Articolo pubblicato sul quotidiano nazionale Italia Oggi del 20.12.2012

 

Cari Amici,

anzi tutto devo esprimere il mio più sentito ringraziamento per l’ampissima e partecipe presenza alla nostra Assemblea Elettiva: sono stati espressi 196 voti su197 inrappresentanza delle Associazioni Territoriali. Questo dato dimostra l’attaccamento, la dedizione e lo spirito di appartenenza al mondo Fnaarc.

Adalberto Corsi augura Buon Natale

Dal cuore mi giunge il ringraziamento a tutti coloro i quali hanno rinnovato in modo così significativo la loro fiducia al mio programma: sono orgoglioso di poter affermare che abbiamo dato prova della forza della nostra Federazione, in una logica di democrazia interna e di consapevolezza delle difficoltà che ci attendono.

Non posso dimenticare naturalmente la squadra che ha operato assieme a me, combattendo impegnative battaglie su tutti i fronti di interesse della categoria raggiungendo importanti successi.

Tutti noi stiamo vivendo momenti difficili e l’orizzonte ci appare nuvoloso e incerto. Anche gli ultimi passaggi politico istituzionali non contribuiscono a rischiarare il cammino e a dare spinta e fiducia. Ma proprio in queste congiunture complesse occorre avere solide radici e valori per progettare il nuovo, perché, quando finirà questa crisi così profonda, sarà necessario essere pronti a intercettare i segnali di ripartenza in modo innovativo e  produttivo per gli agenti di commercio.

La capacità di progettare il nuovo si fonda su principi forti e su un’ampia visione del futuro, utilizzando al meglio le esperienze e le competenze maturate che ci hanno consentito in tutti questi anni di ottenere grandi risultati in favore della categoria.

Noi non dimentichiamo mai i nostri valori, che ci contraddistinguono da sempre: la speranza che ci aiuta  e ci da forza nell’attività quotidiana e la solidarietà tra di noi e particolarmente verso i colleghi più giovani, che stanno costruendo un percorso professionale in un periodo di grandi difficoltà.

Speranza e solidarietà che trovano nella festa del Santo Natale la loro consacrazione più alta.

Con questo spirito auguro a tutti voi e alle vostre fa

miglie un sereno Natale, nella certezza di trovarci tutti insieme, più motivati che mai, ad affrontare le sfide che già ci attendono nel 2013.

Un abbraccio a tutti.