Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Fnaarc > Precisazioni Circa i Nuovi Adempimenti Presso le Camere di Commercio Conseguenti all’Abolizione del Ruolo
Redazione Fnaarc - Milano, 23 maggio 2012
Redazione Fnaarc

A seguito della nostra circolare n 22 del 2012 e dopo approfonditi contatti con UnionCamere, relativamente al decreto ministeriale 26 ottobre 2011 con cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito le nuove procedure di iscrizione alla Camera di Commercio per gli agenti e rappresentanti a seguito della soppressione del ruolo (avvenuta con D.Lgs.59/2010 e definitiva a partire dal 12 maggio 2012), si precisa quanto segue.

Premesse
A.
 Per tutti gli adempimenti che verranno di seguito descritti è ragionevole ritenere che sarà necessario dotarsi di un dispositivo per firma digitale.

Dovranno avere la firma digitale: il titolare dell’impresa individuale e tutti i legali rappresentanti delle società (di persone o capitali).

A titolo di esempio, la Camera di Commercio di Milano, la quale ha chiarito l’obbligo di firma digitale per il dichiarante, fornisce direttamente il dispositivo per sottoscrivere digitalmente (smart card) ad un costo concordato di 25 euro.

Non appena UnionCamere, i cui responsabili sono stati da noi interpellati, darà indicazioni più precise circa la firma digitale, le comunicheremo tempestivamente.

B. Il modello “ARC” a cui si fa di seguito riferimento è stato allegato alla nostra circolare n 22 del 2012 insieme al decreto ministeriale 26 ottobre 2011.

Gli adempimenti

NUOVE ISCRIZIONI

1. Per le ditte individuali e le società che si iscriveranno in Camera di Commercio come agenti o rappresentanti dal 12 maggio 2012.

Il nuovo modello “ARC” semplifica la procedura di iscrizione. Per questi soggetti sarà sufficiente compilare la sezione “SCIA” (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) e la sezione “Requisiti”, ove si autodichiara di possedere almeno uno dei requisiti abilitanti all’esercizio dell’attività. Firmerà tale pratica il titolare, per le ditte individuali, e un legale rappresentante, per le società.

Per quanto riguarda le società, tutti i legali rappresentanti che esercitano l’attività di agente o rappresentante dovranno presentare (allegato al modello “ARC” della società) un modello intercalare “Requisiti” con cui autodichiarano di possedere i requisiti professionali abilitanti, firmandolo con propria firma digitale.

Il decreto ministeriale non ha modificato i costi di iscrizione presso la Camera di Commercio.

Infine, il decreto ha previsto una tessera di riconoscimento per agenti e rappresentanti (a pagamento) la quale però verrà rilasciata solo su richiesta dell’interessato e, perciò, non è obbligatoria.

AGGIORNAMENTI E TRANSITI NEL REA
2.
 Per le ditte individuali e le società che hanno iniziato attività prima del 12 maggio 2012 e sono ancora in attività.

Questi soggetti dovranno presentare solo la sezione “Aggiornamento posizione RI/REA” del modello “ARC” entro e non oltre il 12 maggio 2013. Il mancato aggiornamento entro tale data comporterà l’inibizione dall’esercizio dell’attività.

3. Per le persone fisiche che hanno cessato attività prima del 12 maggio 2012 il cui requisito abilitante è l’aver svolto attività di viaggiatore piazzista o addetto vendite per due anni negli ultimi cinque.

Per costoro, sarà necessario compilare la sola sezione “Iscrizione apposita sezione (transitorio)” del modello “ARC” entro e non oltre il 12 maggio 2013. Ciò permetterà il mantenimento dei requisiti per il futuro. Il transito nell’apposita sezione REA non sarà più possibile dopo il 12 maggio 2013. Tuttavia, coloro i quali non saranno transitati nel REA potranno, fino al 12 maggio 2017, tornare a svolgere l’attività, in quanto il ruolo soppresso costituisce requisito abilitante fino a tale giorno.

4. Per le persone fisiche che hanno cessato attività dopo il 12 maggio 2012 il cui requisito abilitante è l’aver svolto attività di viaggiatore piazzista o addetto vendite per due anni negli ultimi cinque.

Questi soggetti dovranno compilare la sola sezione “Iscrizione apposita sezione (a regime)” del modello “ARC” entro e non oltre 90 giorni dalla cessazione dell’attività. Ciò permetterà il mantenimento dei requisiti per il futuro. Il transito nell’apposita sezione REA non sarà più possibile trascorsi i 90 giorni.

NB: per quanto riguarda l’aggiornamento degli agenti in attività e il passaggio al REA transitorio (punti 2 e 3 di cui sopra), UnionCamere precisa che il Ministero dello Sviluppo Economico diramerà una circolare di dettaglio (comprensiva dei costi relativi agli adempimenti) non prima di questa estate.

Pertanto, fermo restando che per le nuove iscrizioni (vedi punto 1) la procedura è entrata in essere dal 12 maggio scorso, le Camere di Commercio non sono ancora in grado di stabilire da quando sarà possibile iniziare le procedure di aggiornamento e di transito nel REA (vedi punti 2 e 3). Al fine di divulgare solo le informazioni più corrette ed il più possibile definitive, e ribadendo il quotidiano contatto che F.N.A.A.R.C. ha negli ultimi mesi attivato con UnionCamere, sarà nostra premura fornire tempestivamente alle Associazioni gli sviluppi futuri.