Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Redazione Fnaarc - Milano, 11 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Enasarco: i risultati di un anno

La Fondazione rilascia i risultati di un anno di lavoro, fatto di vittorie e conquiste per la categoria degli agenti di commercio

Un anno fa si insedia in Fondazione Enasarco il nuovo Consiglio d’Amministrazione. Si tratta di un punto di svolta nella storia dell’ente in quanto giunge al termine delle prime elezioni democratiche nei quasi 80 anni di vita della Cassa. Per la prima volta infatti oltre 25mila tra agenti di commercio e consulenti finanziari e più di 800 ditte mandanti possono direttamente votare e indicare i propri membri nell’Assemblea dei delegati. Ed è quest’ultima a eleggere il CdA, che, a sua volta, il 14 giugno sceglie all’unanimità come nuovo Presidente Gianroberto Costa e i vicepresidenti Giovanni Maggi e Costante Dario Persiani. Le parole d’ordine sono da subito cambiamento e partecipazione, viste come condizioni imprescindibili per rendere la Fondazione Enasarco nuovamente protagonista dell’economia italiana. L’obiettivo dichiarato Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 10 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Quando il cloud è il miglior amico dell’agente di commercio

Sono tanti i servizi disponibili per immagazzinare i propri documenti sulla nuvola, e possono essere molto utili per gli agenti di commercio nello svolgimento del loro lavoro

I device di nuova generazione sono molto importanti per gli agenti di commercio. Ci consentono di usare app come WhatsApp e Gmail (o Mail), e molto spesso sostituiscono il pc sia nella lavorazione che nell’archiviazione dei dati e dei documenti.

Pensate che lo scorso anno, il numero di accessi Web generati dai dispositivi mobile ha superato per la prima volta quelli provenienti dai computer. Ma come tutte le cose belle, c’è un lato oscuro: è possibile che questi device possano essere smarriti, o peggio ancora, si possano danneggiare in modo irreparabile. Pensate ai dati che perdeste, ai documenti, agli storici, e a tutto quello che vi serve sia per la vostra professione che per la vostra vita privata.

Per questo motivo, nel corso Continua »

Ricerca Agenti - Milano, 7 luglio 2017
Ricerca Agenti
Produttore di semilavorati e materie prime per gelateria, pasticceria, HO.RE.CA. ed ingredienti personalizzati, sta Cercando Agenti di Commercio che sappiano gestire... Continua »
Redazione Fnaarc - Milano, 7 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Enasarco: una nuova fondazione 4.0, volano per economia reale del Paese

Con un utile del +108%, la fondazione diventa più trasparente. Costa: "Enasarco rifondata su basi più solide e connessa con la volontà dei nostri iscritti"

Con il bilancio sociale 2016 la Fondazione Enasarco (Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio) inaugura una nuova stagione, nella quale trasparenza e partecipazione sono le condizioni essenziali per innescare un processo virtuoso di rinnovata rappresentanza, in grado di creare e aggiungere valore a favore di un’economia reale fatta di piccole e medie imprese.

Nata quasi 80 anni fa con Regio Decreto, oggi la Fondazione Enasarco con 235.684 iscritti attivi e 120.000 prestazioni previdenziali in essere, è il secondo ente italiano erogatore di pensioni, subito dopo l’Inps. Con l’obiettivo di essere sempre più accessibile, efficiente e adeguata ai bisogni degli iscritti, la Fondazione ha adottato nel 2016 un nuovo Codice di trasparenza;

un Regolamento per Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 6 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Enasarco: Oggi presentazione del 3° bilancio sociale

A Roma si è riunita l'assemblea dei delegati per presentare il bilancio: Costa: "Enasarco non è un bancomat ne economico, ne politico"

Oggi si è riunita a Roma l’assemblea dei delegati Enasarco per la presentazione ufficiale del 3° bilancio sociale.

Il presidente Costa ha presieduto l’incontro, e nella sua relazione ha puntato sui seguenti temi:

La soddisfazione degli utenti sull’operatività della Fondazione. La trasparenza della Fondazione Gli investimenti in economia reale L’introduzione al contributo di Formazione L’apertura di un cantiere per affrontare il problema dei silenti E poi una gradita novità: da Gennaio non si pagherà più il call center per chiamare in Enasarco.

 

Per saperne di più, clicca su questo link. Continua »

Caporedattore - Milano, 5 luglio 2017

Per gli agenti, è possibile rinviare in Redditi lo scomputo delle ritenute

Valido anche il principio di cassa. Tutti i dettagli nell'articolo che segue

Lo scomputo delle ritenute a titolo d’acconto subite da agenti e rappresentanti commercio, può avvenire, alternativamente, nel periodo d’imposta di competenza delle provvigioni, oppure secondo il criterio di cassa, ossia nell’anno in cui le ritenute stesse sono operate. La novità consegue alla modifica, disposta dall’articolo 5 del DL 193/2016 agli articoli 22, comma 1 lettera C del Tuir e 25-bis del Dpr 600/73.

Con la prima modifica, in particolare, si stabilisce che le ritenute operate nell’anno successivo a quello di competenza e anteriormente alla presentazione della dichiarazione, possano essere scomputate dall’imposta relativa al periodo di competenza dei redditi o dall’imposta relativa al periodo stesso nel quale sono state operate. Con la riscrittura del terzo comma dell’articolo 25-bis del Dpr 600/73, lo Continua »

Ricerca Agenti - Milano, 5 luglio 2017
Ricerca Agenti
Gruppo sudcoreano, leader da oltre 30 nell'automazione in Corea del Sud, Cerca Agenti di Commercio in Italia. L'azienda offre formazione, supporto tecnico e commerciale e un piano provvigionale in linea con gli obiettivi raggiunti... Continua »
Caporedattore - Milano, 5 luglio 2017

Fisco, online il nuovo modello per richiesta rimborso Iva

Gli agenti di commercio titolari di partite Iva potranno usare il nuovo modello Iva Tr aggiornato con le novità alla legge n. 96/2017

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il nuovo modello Iva Tr, che i contribuenti titolari di una partita Iva possono utilizzare per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale. Si tratta, infatti, di un aggiornamento del vecchio modello per recepire le ultime novità introdotte con la legge n. 96/2017.

La norma, infatti, prevede che i contribuenti che intendono utilizzare in compensazione i crediti per importi superiori a 5mila euro annui, abbiamo l’obbligo di richiedere l’opposizione del visto di conformità o, in alternativa, la sottoscrizione da parte dell’organo di controllo sull’istanza da cui emerge il credito.

Il nuovo modello dovrà essere utilizzato con le richieste di rimborso o di utilizzo in compensazione del credito Iva relativo al secondo Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 4 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Per l’omissione contributiva in favore degli agenti di commercio, non sussiste il reato a carico dell’imprenditore, ma solo una sanzione amministrativa. La Cassazione, con la sentenza 31900 del 3/7/2017, ha assolto, con formula piena, il titolare di un’azienda che non aveva versato le ritenute previdenziali sulle fatture emesse dai suoi agenti. L’omissione non superava i 6 mila euro, per cui l’uomo era stato assolto in prima battuta essendo la somma sotto la soglia di punibilità.

La difesa ha presentato ricorso per incassare un’assoluzione piena e ha vinto.

La terza sezione penale ha messo nero su bianco che “l’omesso versamento dei contributi per gli agenti di commercio non configura il reato previsto solo per le omissioni dei pagamenti relativi alle ritenute previdenziali e Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 3 luglio 2017
Redazione Fnaarc

Meno controlli sulle Partite Iva dal Fisco

Sono calati i controlli sulle partite IVA, grazie anche alle sentenze della Cassazione

Conoscere il passato per capire il futuro. Difficile prenderla con filosofia quando si parla di fisco in Italia, però la tendenza di fondo almeno si può cogliere. Gli studi di settore non sono più uno strumento di deterrenza per il popolo delle partite Iva (3,4 milioni secondo le ultime rilevazioni delle statistiche fiscali) che ne sono soggette: lo scorso anno gli accertamenti sono stati 3.765 con una riduzione del 53,8% sul 2015. Un trend discendente che è una conseguenza diretta delle sentenze della Cassazione a Sezioni Unite del dicembre 2009 che sancirono come gli studi di settore non bastassero da soli a effettuare contestazioni.

Gli «Isa», ossia gli indici sintetici di affidabilità fiscale, destinati a prendere il loro posto dal Continua »