Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Redazione Fnaarc - Milano, 8 giugno 2017
Redazione Fnaarc

La Fondazione mette a disposizione dei propri iscritti in attività e in pensione una serie di prestazioni assistenziali, tecnicamente definite prestazioni integrative di previdenza: basta essere in possesso di alcuni requisiti contributivi di base per accedervi sostanzialmente a titolo gratuito. Si può così beneficiare di una gamma di prestazioni che, rispetto al panorama previdenziale italiano, è tra le più complete e che viene aggiornata annualmente.

In particolare, si avvicina la data di scadenza per la presentazione delle domande relative ai contributi per i figli portatori di handicap e per l’assistenza personale permanente, rivolta quest’ultima ai pensionati Enasarco di inabilità permanente.

Coloro i quali volessero usufruirne dovranno farne richiesta entro il 30 giugno prossimo, pena Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 8 giugno 2017
Redazione Fnaarc

Profili del contratto di agenzia nella Normativa Nazionale e Comunitaria

Un rapido sguardo alla normativa europa in merito ai contratti di agenzia per una maggior consapevolezza del proprio lavoro

A partire dai primi anni del 1800 la prassi commerciale ha determinato la configurazione del contratto di agenzia, il quale è stato recepito a livello legislativo soltanto verso la fine del XIX secolo[1]. La disciplina di tale figura contrattuale è stata inserita per la prima volta nel Codice di Commercio italiano del 1882 che menzionava il termine “agenzia” al n. 21 dell’art. 3, inglobando tra gli atti commerciali “le imprese di commissioni, di agenzie e gli uffici di affari”[2].

Con l’entrata in vigore del Codice Civile del 1942, la disciplina normativa del contratto di agenzia è stata formulata agli articoli 1742-1753, peraltro, più volte oggetto di restyling. Il contratto di agenzia, infatti, rientra tra i cosiddetti contratti tipici, Continua »

Circolari Fnaarc - Milano, 7 giugno 2017
Circolari Fnaarc
Protocollo: 53/2017
Circolare n.: 16/2017

Comunicazioni liquidazioni periodiche IVA – Termine trasmissione

Proroga D.P.C.M. del 22 maggio 2017

Si comunica che sulla Gazzetta Ufficiale n. 124 del 30 maggio 2017 è stato pubblicato il D.P.C.M. del 22 maggio 2017, recante:” Differimento, per l’anno 2017, del termine di trasmissione delle comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche IVA relativi al Continua »

Circolari Fnaarc - Milano, 7 giugno 2017
Circolari Fnaarc
Protocollo: 52/2017
Circolare n.: 15/2017

Adempimento spontaneo – Regolarizzazione errori ed omissioni

L’Agenzia delle Entrate ha istituito nel proprio sito internet una sezione per promuovere l’adempimento spontaneo per aiutare i contribuenti a sfruttare l’opportunità di rimediare velocemente ad errori o ad omissioni, beneficiando delle sanzioni ridotte previste dal nuovo ravvedimento operoso evitando Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 7 giugno 2017
Redazione Fnaarc

Imparare a respirare per lavorare meglio. Corso per gli agenti

Promosso da Confcommercio per migliorare le performance di vendita

“Respira che lavori meglio, in un periodo economico ancora difficile a maggiore ragione”!

Questo è il messaggio, ma anche la finalità del corso che viene promosso da Confcommercio. Un laboratorio di respirazione, che è destinato in modo particolare agli agenti di commercio del territorio. E a quanto pare l’iniziativa è stata apprezzata, perché l’associazione afferma che ci sono ancora pochi disponibiloi.

Il corso riguarda le tecniche di respirazione, e si svolgerà lunedì 12 giugno all’hotel “Il Corazziere” a Milano: una possibilità riservata, appunto, agli iscritti FNAARC all’interno di Confcommercio Como.

Perché la scelta di promuovere un evento simile?

La risposta viene data dalla stessa associazione:

“La società attuale, con i suoi ritmi frenetici e confusi, stimola sempre più richieste di rilassamento e modalità di Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 7 giugno 2017
Redazione Fnaarc

Fisco: I contribuenti potranno sapere se non saranno in regola con i pagamenti

Il sito ufficiale del Fisco ha aperto una sezione nella quale l'utente può informarsi su come procedere in caso di dichiarazioni errate

Ottime notizie per i contribuenti. Il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate ha introdotto una nuova sezione nella quale sono contenute le indicazioni su cosa fare in caso di errori di dichiarazione e come comportarsi quando si riceve una lettera di compliance dal Fisco. La guida permette di mettersi in regola e di pagare sanzioni meno severe. La sezione viene introdotta proprio nel momento in cui l’Agenzia sta pianificando di inviare oltre 100mila lettere di avviso a dipendenti e professionisti.

Ma come funziona, e come è possibile Collaborare col Fisco?

Partiamo dalle basi, per definire cosa siano le lettere di Compliance.

Le lettere di compliance sono uno strumento di recente introduzione con il quale il Fisco avvisa chi non è in regola, errori e Continua »

Ricerca Agenti - Milano, 6 giugno 2017
Ricerca Agenti
Dia Adv, agenzia di comunicazione operante nel Lazio, Cerca Junior Account e Senior Account da inserire nel proprio organico, le figure ricercate devono avere... Continua »
Caporedattore - Milano, 6 giugno 2017

Premi studio Enasarco

Un programma per supportare gli studenti che hanno conseguito un diploma o una laurea
Che cos’è?

Per supportare gli studenti che nel 2016 hanno conseguito un diploma o una laurea, la Fondazione bandisce un concorso annuale per l’assegnazione di 900 contributi.

 

A chi spetta Ai figli di agenti e pensionati Enasarco; agli orfani di agenti e pensionati Enasarco; agli agenti in attività. Info utili

I partecipanti devono aver conseguito un diploma nell’anno scolastico o accademico 2015/16 o una laurea (nel 2016) con un voto finale di almeno:

70/100 (scuola secondaria di 2° grado); 100/110 (laurea di 1° livello); 100/110 (laurea specialistica).

Requisiti  

Alla data del conseguimento del diploma, è necessario avere i seguenti requisiti:

Figli di agenti in attività: l’agente deve avere un conto previdenziale (al 31/12/16) incrementato esclusivamente da contributi obbligatori, con un saldo attivo di almeno 3.097,50 euro e un’anzianità contributiva complessiva Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 5 giugno 2017
Redazione Fnaarc

Stop alla circolazione degli Euro 3?

Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto firmano un accordo che potrebbe mettere in garage i diesel Euro 3. Ma ci sono incentivi per chi sostituisce l'auto

Quattro regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto), stanno ponderando l’idea di mettere al bando tutti i diesel Euro 3 nel caso che le polveri sottili superino la soglia di guardia per più giorni di fila. Questo spingerebbe molte persone, tra cui gli agenti di commercio, a sostituire l’auto con l’uso di incentivi che, almeno sulla carta, renderebbero abbastanza indolore la transizione da un veicolo all’altro.

Queste procedure, che sono ancora in via di definizione, andrebbero in linea con la gestione dell’emergenza delle polveri sottili che sta colpendo la Pianura Padana, dove si sono attuate una serie di emendamenti che vietano, ad esempio, di bruciare le sterpaglie nel periodo invernale, o di certificare il riscaldamento per biomasse e pellet.

Qualora le misure Continua »

Redazione Fnaarc - Milano, 5 giugno 2017
Redazione Fnaarc

Ecco le linee guida dell’adempimento collaborativo

Con il provvedimento n. 101573/2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito le disposizioni attuative in tema di adempimento collaborativo. Eccole nello specifico

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le disposizioni attuative in tema di adempimento collaborativo (cooperative compliance) istituito con il decreto legislativo n. 128/2015 con l’obiettivo di instaurare un rapporto di fiducia tra Amministrazione e contribuente. Con l’attuazione di tali norme, aumenta il livello di certezza sulle questioni fiscali rilevanti.

A gennaio erano stati emessi i primi provvedimenti di ammissione, ora le Entrate illustrano nel dettaglio questo regime innovativo, fornendo linee guida sulla assunzione di impegni di entrambe le parti.

Il provvedimento stabilisce precise regole relativamente all’interlocuzione “preventiva” con l’Agenzia delle Entrate, con modalità ad hoc per la formalizzazione delle posizioni assunte:

sottoscrizione di un “accordo di adempimento collaborativo”, che disciplina il trattamento fiscale delle operazioni, o di un complesso di operazioni, ritenute strategiche dall’impresa; redazione, entro il termine di Continua »