Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Fnaarc > Ascoli Piceno > sabato 17 novembre 2012 > Comunicato Stampa
Dal Territorio - 22 novembre 2012
Dal Territorio

Dal Convegno FNAARC-Confcommercio e Camera di Commercio
Ancora incognite su Fisco e Legalità per gli agenti di commercio del Piceno
Eccellenti Relazioni di Troli e Gibellier

Nell’imminenza della fine dell’anno, gli agenti e rappresentanti di commercio della Fnaarc-Confcommercio, si sono ritrovati ad Ascoli per fare il punto su fisco, liberalizzazioni e legalità. Era questo infatti il leit-motiv del convegno, promosso dalla stessa Fnaarc-Confcommercio, di concerto con l’Ente Camerale, per esaminare con l’ausilio di primari relatori lo stato dell’arte delle annose problematiche fiscali e legali, in una sorta di appuntamento ormai divenuto tradizionale ad ogni conclusione d’anno, così come ha specificatamente ricordato il direttore Giorgio Fiori, nell’introdurre i lavori. La necessità per gli agenti di commercio di essere in particolare costantemente aggiornati su tali tematiche e come questa azione sia un impegno costante della Fnaarc-Confcommercio è stato pressoché sottolineato anche negli interventi di saluto del presidente della locale delegazione, Ugo Spalvieri, del presidente degli agenti di commercio di Ascoli Giovanni Tirabassi nonché dello stesso presidente provinciale Tullio Luciani. Quest’ultimo ha sottolineato come dopo l’importante convegno dello scorso Giugno su Enasarco e tematiche previdenziali svoltosi a San Benedetto con la presenza addirittura del presidente nazionale Fnaarc Adalberto Corsi, e del dott. Carlo Bravi, era più che doveroso rifare il punto sulle più annose questioni fiscali e legali di maggiore interesse ed attualità per la categoria. Nella sua chiarissima relazione il dottor Luigi Troli dopo aver premesso che nell’anno in corso non ci sono state sostanziali novità sul fronte fiscale e per fortuna, poiché gli agenti sono riusciti a conservare la detrazioni fiscali per l’acquisto dell’auto e per i costi di gestione che il Governo voleva quanto meno ridimensionare, ha quindi segnalato che si da per imminente un nuovo software per il redditometro che misurerà la coerenza del reddito sui singoli anni complicando così ancora di più la gestione aziendale di ogni singolo operatore. Sul fronte dell’Irap Troli ha poi ribadito che in attesa del preannunciato esonero della famigerata imposta sulle attività produttive, ipotizzata di recente dalla Commissione Finanze della Camera per il 2014, al momento conviene muoversi con la strategia di sempre e cioè pagare l’imposta e richiedere contestualmente l’istanza di rimborso, aprendo così un contenzioso che ha buone possibilità di essere dichiarato vincente così come si è rilevato in diverse sentenze anche recenti. L’avvocato Walter Gabellieri forte della sua pluriennale esperienza ha evidenziato che negli ultimi tempi le azioni di recupero crediti verso le case mandanti da parte degli agenti, sono enormemente aumentate e di come tante vertenze sono conciliate in tempi brevi, superando le lungaggini della giustizia ordinaria, grazie alla Commissione di Conciliazione istituita presso la stessa Confcommercio e quindi anche grazie alla Mediazione Civile considerata ancora condizione preventiva di procedibilità, anche se lo scorso 24 ottobre ne è stata dichiarata l’incostituzionalità dalla Corte, nella parte che ne prevede l’obbligatorietà. Le relazioni di Troli e di Gibellieri hanno suscitato un vivace dibattito nel corso del quale sono stati esaminati anche casi personali di comune interesse. Nelle sue conclusioni finali, il presidente Tullio Luciani nel commentare che gli agenti di commercio continuano ad essere uno dei  motori primari dell’economia, in quanto movimentano il 72% del PIL, ha ricordato, ai tanti colleghi presenti le opportunità che possono avere dall’Ascomfidi per accedere più facilmente al credito e di quelle messe a disposizione dallo stesso Enasarco, quale in primis i finanziamenti a tassi di massimo favore, per l’acquisto della casa per gli stessi agenti ed i loro familiari.

Il DIRETTORE
(Dott. Giorgio Fiori)